Via Andrea Bafile, 5 / 00195 Roma (RM)
+39 06.51.49.924 - 328.15.75.673

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO STIPULATO DA USUFRUTTUARIO PERCEZIONE DI SOMME, A TITOLO DI CANONE, ECCEDENTI QUELLE DOVUTE DECESSO DELL’USUFRUTTUARIO DOMANDA DI RIPETIZIONE PROPOSTA DAL CONDUTTORE LEGITTIMAZIONE PASSIVA DEL NUDO PROPRIETARIO DIVENUTO PIENO PROPRIETARIO ESCLUSIONE LEGITTIMAZIONE PASSIVA DEGLI EREDI DELL’USUFRUTTUARIO CONFIGURABILITÀ.

In tema di locazione immobiliare, nel caso in cui il contratto sia stato stipulato dall’usufruttario il quale, nel corso del rapporto, abbia indebitamente percepito somme eccedenti quelle dovute a titolo di canone, alla morte del concedente la domanda del conduttore volta a conseguire la ripetizione delle somme deve essere proposta nei confronti degli eredi dell’usufruttuario, e non già del nudo proprietario divenuto “medio tempore” pieno proprietario.

Sentenza n. 24222 del 30/09/2019 Locazione Corte di Cassazione Terza Sezione

Post Correlati

Commenta

WhatsApp chat