Via Andrea Bafile, 5 / 00195 Roma (RM)
+39.06.51.49.924

Le Locazioni commerciali e l’incidenza dell’omessa/tardiva registrazione

Con una recente sentenza n. 23601/2017 le Sezioni Unite della Corte di Cassazione sono intervenute sull’incidenza dell’omessa registrazione sulla validità del contratto di locazione commerciale, affrontando anche la questione se nell’ipotesi di tardiva registrazione del contestuale e separato accordo recante l’importo del canone maggiorato rispetto a quello indicato nel primo contratto registrato, sia configurabile un’ipotesi di sanatoria di tale nullità.

La statuizione in premessa può essere così sintetizzata: 1. la mancata registrazione del contratto di locazione di immobili è causa di nullità dello stesso; 2. il contatto di locazione di immobili, quando sia nullo per (la sola) omessa registrazione, può comunque produrre i suoi effetti con decorrenza ex tunc, nel caso in cui la registrazione sia effettuata tardivamente; 3. è invece nullo il patto col quale le parti di un contratto di locazione di immobili ad uso non abitativo concordino occultamente un canone superiore a quello dichiarato, con la conseguenza che il solo patto di maggiorazione del canone risulterà insanabilmente nullo, a prescindere dall’avvenuta registrazione.

L’Autore: Monica Payne – Avvocato

Commenta

WhatsApp chat